LA FONTANA MAGICA

Tutte le info per visitare
lo spettacolo gratuito della Fontana di Barcellona

Assistere allo spettacolo della Fontana Magica di Barcellona

GIOCHI D’ACQUA, DI LUCI E MUSICA CHE INCANTANO NON SOLO I BAMBINI MA TUTTI QUANTI. UNO SPETTACOLO MONUMENTALE AI PIEDI DELLA COLLINA DI MONTJUÏC.
Una delle attrazioni turistiche gratuite di maggior interesse sono le Fontane di Montjuïc ai piedi del Palau Nacional in una scenografica cornice Modernista da non perdere.

 

Come arrivare?

Plaça de Carles Buïgas, 1
METRO L1 ROSSA / L3 VERDE / L8 ROSA fermata PLAÇA D’ESPANYA
BUS 13, 23, 65, 79, 91, 109, 150, 165
BARCELONA BUS TURISTIC linea Rossa
A PIEDI a 10 minuti da Plaça d’Espanya

 

Come si visita?

È uno spettacolo gratuito all’aria aperta e si svolge la sera. Se vuoi un “posto d’onore” arriva con una buona mezz’ora d’anticipo.
Le festività cosiddette “rosse” se non rientrano nei giorni di programmazione non beneficiano dello spettacolo.

Consigli per assistere allo spettacolo della Fontana Magica di Barcellona

Come in tutti gli spettacoli affollati e all’aria aperta il mio consiglio è sempre quello di stare attenti perché è una delle occasioni dove borseggiatori e ladruncoli non esiteranno a partecipare. Non spaventarti. Vigila sempre borse e zaini, macchine fotografiche e cellulari, portafogli e shoppers… Mai – e dico MAI -, mettere il portafoglio o cellulare nelle tasche posteriori. Lo zaino se lo indossi sul davanti ti risolve ogni ansia. Vedrai che nessuno ti rovinerà la vacanza e questo bel momento di spettacolo.

ATTENZIONE GLI ORARI SONO SOGGETTI A MODIFICA.
dal 27 al 30 dicembre CHIUSO 
per allestimento palco per i festeggiamenti di fine anno.
31 dicembre
la fontana è funzionante dalle 21:30. Segue ore 23:30 spettacolo pirotecnico di fine anno.
1 gennaio CHIUSO per smontaggio palco festeggiamenti di fine anno.
5 gennaio qui ha termine la Cavalcada de los Reyes.
dal 7 gennaio al 28 febbraio CHIUSO per manutenzione.
MARZO GI / VE / SA dalle 20:00 alle 21:00 con musica e giochi fino alle 20:30.
APRILE - MAGGIO GI / VE / SA dalle 21:00 alle 22 con musica fino alle 21:30.
GIUGNO > SETTEMBRE ME / GI / VE / SA / DO dalle ore 21:30 alle 22:30 con musica e giochi fino alle 22.
OTTOBRE GI / VE / SA dalle ore 21:00 alle 22:00 con musica e giochi fino alle 21:30.
NOVEMBRE - DICEMBRE GI / VE / SA dalle 20:00 ale 21:00 con musica e giochi fino alle 20:30.

La storia della Fontana Magica

Costruita in occasione della seconda Esposizione Internazionale di Barcellona del 1929 secondo il progetto di Carles Buïgas solo negli anni ’80 venne incorporata la musica.
I Giochi Olimpici del 1992 che hanno portato a un totale rinnovamento della città sono stati celebrati proprio qui con il memorabile concerto – spettacolo di Freddie Mercury e Montserrat Caballé. Una scenografia senza eguali ed memorabili emozioni… Ascolta la colonna sonora “Barcelona” fino alla fine e dimmi se anche a te non è venuta la piel de galina en los brazos! (la pelle d’oca).
Ogni anno il 31 dicembre il larghissimo viale davanti alla Fontana Magica si riempe con la medesima folla che hai visto nel video per la presentazione dell’inno delle Olimpiadi ’92. Le celebrazioni della tradizionale Campanadas hanno il loro apogeo con lo spettacolo dei 12 rintocchi di campana durante i quali tutti mangiano i 12 chicchi d’uva preparati per auguarsi un Nuovo Anno prospero. Seguono fuochi d’artificio, fiumi di Cava, il tradizionale spumante catalano e concerti fino al mattino.

L'architettura dell'Expo 1929

L’opera per esaltare la seconda Esposizione Internazionale di Barcellona del 1929 è ancora oggi uno degli emblemi della capitale catalana. Allo splendore dei giochi d’acqua e musica della Fontana Magica tutto intorno è Modernismo e bellezza. 
La Fontana è di forma ellissoidale e composta da tre stagni concentrici a diversi livelli con un diametro massimo di 65 metri. Ha oltre trenta divesi giochi d’acqua e cinque colorazioni (giallo, blu, verde, rosso e bianco) che si alternano in un esaltante mix che incanta sempre. Sul sito del Comune di Barcellona ho trovato un dato a dir poco inimmaginabile: l’istallazione ha circa 7 milioni di combinazioni tra luci e acqua.
Alle sue spalle, ai piedi del Palau Nacional, una enorme cascata d’acqua riempie la scenografia ma ciò che ruberà la nostra attenzione saranno le 4 imponenti colonne doriche.
Le Quattro Colonne che ora possiamo ammirare in tutto il loro possente splendore fino al 2010 non esistevano. L’opera di Josep Puig i Cadafalch realizzata nel 1919, che simboleggiano le quattro fasce della senyera, la bandiera catalana, sulla sommità avrebbero dovuto  presentare anche quattro vittorie alate. Per la loro natura nazionalista catalana furono mal considerate durante la dittatura del generale Primo de Rivera che le fece demolire alle porte dell’Expo. Il sentimento indipendentista catalano non doveva beneficiare dell’eco mondiale della manifestazione.  
La demolizione delle Quattro Colonne di Puig Cadafalch (1929)

Le quattro colonne di Montjuïc

Grazie al supporto e iniziativa de la Xarxa d’Entitats Cíviques i Culturals dels Països Catalans pels Drets i les Llibertats NacionalsUnione di Identità Civiche e Culturali dei Paesi Catalani per i diritti e le libertà nazionali -, insieme alla volontà delle amministrazioni pubbliche furono ricostruite esattamente come pensate, progettate e erette dall’architetto Cadafalch. Le troviamo solo qualche metro più indietro rispetto alla originale collocazione poiché lo spazio fu concesso alla Fontana.
Sono una copia quasi identica dell’opera di Puig i Cadafalch: solo leggermente più basse e realizzate con una miscela di granito, marmo bianco e cemento la quale ci restituisce una perfetta imitazione del colore naturale della pietra di Montjuïc utilizzata dall’architetto.
Alla base delle colonne troviamo una scritta in catalano che fissa la restituzione storica delle Quattro Colonne demolite durante la dittatura del 1928 per il loro significato simbolico in rappresentazione della Catalunya.
Il particolare di una delle Quattro Colonne davanti alla Fontana Magica con l'incisione commemorativa

Cosa vedere vicino alla Fontana Magica: il Palau Nacional e il MNAC

La sede espositiva per l’Expo del 1929 ci ha lasciato numerose opere d’arte visitabili. La prima è il maestoso Palazzo Nazionale, Palau Nacional sede del Museo Nazionale dell’Arte Catalana il MNAC
Al suo interno una preziosa collezione di arte romanica, del medioevo gotico catalano, al rinascimento e al periodo barocco fino ad arrivare all’arte moderna. 
Se sei un appassionato di arte e musei con il passaporto ARTICKET BCN puoi entrare saltando la fila al MNAC e in altri 5 musei e fondazioni tra le più importanti e significative di Barcellona. Non solo: risparmierai il 50% del prezzo normale di entrata.
Oltre all’ingresso al MNAC hai a portata di mano la qui vicino FUNDACIÓ JOAN MIRÓ, il MUSEO PICASSO, il CCCB, il MACBA e la FONDAZIONE TÀPIES. Il passaporto ha la durata di un anno dalla prima convalida quindi ti consente di poter vivere con maggiore relax la tua sete di cultura e arte. Per i minori di 16 anni è gratuito!
All’interno del Palau Nacional potrai anche salire sulla meravigliosa terrazza per beneficiare della bellissima vista di Barcellona. Dopo le incredibili collezioni ora tocca a te rendere omaggio a questa visita con una delle più spettacolari foto panorama della città. E non dimenticarti gli # ufficiali 
#destinobarcellona e #destinobarcellonalovers

La Fundació Mies van der Rohe

 
Il padiglione tedesco progettato dall’architetto Ludwing Mies van der Rohe e Lilly Reich per l’Esposizione Internazionale di Barcellona del 1929 fu un vero colpo al cuore per i visitatori di allora.

Il Modernismo era già lungo il viale del tramonto e i numerosi architetti stavano cedendo al neoclassicismo ma l’effetto che ebbe la semplicità lineare e la pulizia dei marmi non venne assolutamente compresa. Rischiò d’essere smantellato una volta finita l’Expo ma Barcellona ebbe modo d’esser distratta da mille altri problemi, tra i quali la guerra civile e il fascismo franchista.
Il municipio di Barcellona istituì la fondazione Mies van der Rohe che oltre a conservare e diffondere la conoscenza del museo in esso promosso ha permesso di incoraggiare gli studi dell’architetto sul Moderno Movimento organizzando premi, congressi e installazioni. Tra queste spicca il Premio dell’Unione Europea per l’Architettura Contemporanea / Premio Mies van der Rohe, uno dei più prestigiosi premi di architettura europei.
Particolare dell'interno della Fundació Mies van der Rohe ©Juan Carlos Ramos Gonzalez/123RF.COM

La Caixa Forum de Barcelona

Essere dalle parti della Fontana Magica ti da anche la possibilità di visitare gratuitamente la Caixa Forum all’interno dell’antica fabbrica tessile Casaramona, opera di Josep Puig i Cadafalch, uno dei più grandi esempi di architettura modernista industriale catalana dell’inizio 1900. Per visitare le esposizioni al suo interno invece è necessario comprare il ticket di prenotazione.
Sotto alle volte catalane sostenute da mini archi e pilastri di ferro con scenografici elementi ornamentali in ferro forgiato e decorazioni in trencadis, vetro e ceramica svelano l’identità di corrente artistica dai risvolti nazionalistici. Un edificio costruito nel 1912 dall’architetto Puig i Cadafalch, divenuto poi responsabile del progetto per l’Expo del 1929, pieno di controversie. La fabbrica tessile commissionata dall’industriale Casimir Cararamona chiuse i battenti solo dopo sette anni dalla sua inaugurazione a seguito dello sciopero del 1919. Divenne magazzino per l’Expo e nel 1940 divenne scuderia e area sosta per la Polizia di Stato.

Solo ne 1963 sembra tornare in vita grazie all’acquisto da parte del gruppo bancario “la Caixa” commissionandone la ristrutturazione per trasformarlo in un centro culturale. 
Particolare della struttura architettonica della Fabbrica Casaramora Caixa Forum ©Flaperval/123RF.COM
La visita sarà premiata anche da tre opere permanenti di tre importanti artisti della seconda metà del 1900: la struttura al neon di Lucio Fontana, il murales dell’artista concettuale e minimalista Sol LeWitt e l’installazione di Joseph Beuys.
ALLE SPALLE DEL MUSEO NAZIONALE D’ARTE DE CATALUNYA CI SONO PICCOLI TESORI DA SCOPRIRE. CLICCA QUI SOTTO PER ORGANIZZARE IL TUO NUOVO FREE TOUR SULLA COLLINA DI MONTJUÏC. 

Scoprirai la FUNDACIÓ JOAN MIRÓ, il POBLE ESPANYOL, l’ANELA OLIMPICA e gli incredibili giardini di Barcellona, oltre a un cimitero monumentale ricco di piccole opere d’arte (se ti piace il genere non me lo perderei).

TOUR GUIDATO
SULLA COLLINA DI MONTJUÏC

Visita i principali monumenti di Barcellona
e vivi le migliori esperienze enogastronomiche...

Foto personali by SARA BOLOGNINI @sarabolognini_photo
Web Master ANDREA MAGRI | andreamagri.net

QUATTRO MODI PER ESSERE CON TE

Viaggiare con DESTINO BARCELLONA
per vivere la vacanza nel migliore dei modi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Accetta la Privacy Policy.